LORENZO SABBATINI: COMUNICHIAMO EMOZIONI ED IDEE.

#personaggimu di oggi è partito dal suo garage di casa fino ad arrivare a creare uno studio vero e proprio.

MONTE URANO – Abbiamo incontrato Lorenzo Sabbatini giovane pubblicitario monturanese. E’ titolare della RedSpotVideoMakers: azienda di servizi incentrati nel mondo della pubblicità partendo dal suo garage di casa fino ad arrivare ad uno studio vero e proprio. In diverse occasioni per l’Associazione “L’Alveare” ha curato gli spot della Polentata al Castello e della campagna 5×1000.

Dal video spot della polentata ad uno studio pubblicitario a tutti gli effetti. L’idea di creare una azienda è partita molto prima, giusto?

Si, l’idea nacque pian piano dopo che io e Alessandro ci conoscemmo. All’inizio io facevo modellazione 3D e mi dilettavo con i software per montare video e Alessandro faceva il barista con la passione per la fotografia. Iniziammo per gioco e per curiosità a fare video nei ritagli di tempo e più sperimentavamo più scoprivamo quanto ci piacesse dedicarci al videomaking.
Così abbiamo iniziato a fare qualche piccolo lavoro, pagato due spicci, per metterci alla prova e piano piano siamo arrivati ad oggi.

In una frase di cosa ti occupi di preciso?

Comunichiamo emozioni, idee, promuoviamo iniziative e imprese tramite video.

Possiamo parlare di una giovane start up monturanese…

 Sicuramente è stato uno “start up” partito da un garage di Monte Urano, senza finanziamenti e senza sicurezze. C’era solo voglia di mettersi in gioco, di credere nelle proprie passioni e nelle proprie potenzialità.

Da chi è formato il team?

Siamo io e il mio socio Alessandro Bravetti.

Quale è il vostro rapporto?

Per me è stata una vera fortuna incontrare Ale, Lui è prima di tutto un amico sincero e fidato nonché un collega intelligente e instancabile. Siamo quasi sempre in completa sintonia, del tipo in cui io inizio la frase e lui la finisce.

Come nascono le idee? E quando siete a corto di idee come vi muovete?

Le idee a volte nascono così all’improvviso, soprattutto mentre chiacchieriamo o diciamo stupidaggini (vedi la polentata del 2014). A volte invece è frutto di lunghe riflessioni e di parti travagliati, ma quando siamo a corto di idee ci guardiamo qualche video su you tube e prendiamo ispirazione.

Quali potrebbero essere i consigli da dare ad un giovane che vuole realizzare una idea?

Il problema di solito è che i giovani si trovano in mano una laurea e non trovano un posto di lavoro che sia all’altezza: architetti, psicologi, ingegneri, medici alla ricerca di un posto che forse non troveranno mai. Quello che dico a tutti è: inventate il vostro mestiere, non cercate per forza il posto di lavoro, pensate di che cosa ha bisogno la gente o che cosa avreste sempre voluto fare, oppure pensate a quello che vi circonda e come potreste migliorarlo. Il vostro lavoro può essere un mestiere che non esiste e potreste essere i primi a farlo.

Quali sono le richieste più strane da parte dei vostri clienti?

Una cosa buffa è che molti non colgono la differenza tra il video e la fotografia, perciò dopo una giornata di riprese video vengono con la pennetta usb a chiederti le foto.

Dal volontariato alla idea di azienda. Riesci a conciliare tutto?

In effetti a volte è difficile riuscire a conciliare lavoro e volontariato: è bello potersi spendere per gli altri e ovviamente quale miglior modo se non facendo quello che sai fare? Però il mondo del lavoro è un treno in corsa e a volte riuscire a fermarlo per dedicare tempo ai progetti per il volontariato risulta più complicato di quanto vorrei.

Cosa è per te il volontariato?

Per me che sono cresciuto col fazzolettone scout il volontariato è fondamentale.
Credo fermamente che la nostra felicità passa attraverso quella degli altri: chi riuscirebbe a vivere felice quando tutti gli altri sono infelici?

Lo spot più brutto fatto fino ad ora?

I video che abbiamo realizzato sono una parte di noi, perché in ognuno abbiamo messo l’anima, il tempo e il sudore, perciò anche quelli che ormai possiamo mettere da parte perché datati o fatti da mani ancora inesperte per noi sono sempre belli.

Lo spot più brutto visto in tv?

Di spot brutti ce ne sono a bizzeffe, in particolare quelli dei calli o della micosi delle unghie all’ora di pranzo sono terribili!!!

sito internet: Link sito internet Red Spot Video Makers

 

foto Lorenzo